LA MINDFULNESS

Mindfulness è un termine anglosassone che Jon Kabat-Zinn, biologo molecolare  ed eminente pioniere dell’applicazione terapeutica della mindfulness, definisce come “la consapevolezza che emerge prestando intenzionalmente attenzione, nel momento presente e in modo non giudicante, al dispiegarsi dell’esperienza, momento per momento” (Kabat-Zinn 2003).

La Mindfulness è uno stato meta-cognitivo di consapevolezza in cui la persona ascolta ed osserva le proprie emozioni, le proprie sensazioni fisiche, accettando i propri pensieri così come sono senza giudicarli, senza cercare di modificarli né bloccarli.

Rappresenta una potente strategia di fronteggiamento dello stress emotivo e del dolore e ha come obiettivo principale quello di sviluppare una risposta “decentrata” con i propri pensieri, riuscendo a vederli solo come semplici prodotti della mente, ovvero come interpretazioni della realtà e non come la realtà stessa.

Mindfulness è la traduzione in inglese della parola Sati in lingua Pali, lingua liturgica del Buddhismo Theravāda, che significa  “attenzione nuda”.

La pratica Theravada è un sistema efficace di meditazione per esplorare i livelli più profondi della mente, unendo la tecnica di samatha (concentrazione e quiete mentale) alla Vipassana (insight o chiara visione, presenza mentale).

La Mindfulness ci invita a porre  attenzione alla modalità secondo cui entriamo in relazione con la realtà e, in particolare, al modo in cui la mente reagisce a cio' che sorge;  inoltre, permette di apprendere l’abilità di auto-osservazione dell’esperienza, facilitando la comprensione della sottile relazione tra il corpo, la mente e il cuore.

Lo sviluppo di uno stato di consapevolezza è di aiuto nel costruire un processo di cambiamento e di guarigione, perché insegna a modificare il proprio modo di affrontare e di reagire alle situazioni difficili della vita. Addestrare la mente allo sviluppo della capacità di concentrazione è il primo passo per prendere in mano le redini della propria vita e delle proprie scelte, per togliere potere al pilota automatico, che è il risultato di schemi comportamentali costruiti attraverso le esperienze del passato.

In qualche modo il costrutto della Mindfulness propone  un tipo di uomo in cui il passato non interviene piu’ come determinante della sua vita, ma conta l’essere consapevoli oggi, perchè oggi si ha la possibilità di modificare tutta la propria storia, di prendersi in cura la propria salute e di scegliere momento per momento quello che è salutare e quello che non è salutare per se stessi. La pratica della consapevolezza insegna:

. ad assumersi la responsabilità di conoscere meglio il proprio corpo, ascoltandolo attentamente e coltivando le proprie risorse interne di guarigione

. ad accrescere l’accettazione  e la pazienza nei confronti del proprio stato di disagio o delle proprie difficoltà psicologiche e fisiche

. a migliorare la propria capacità di padroneggiare le situazioni difficili della vita, conferendo una maggiore capacità di gestire lo stress causato da abitudini sbagliate

. ad educare la mente a sostituire le emozioni disfunzionali con modi di essere più costruttivi, che promuovono l’equanimità, l’amore e la saggezza.

La pratica della Mindfulness non vuol dire soltanto "meditare", cioè dedicare alcuni minuti al giorno alla pratica formale della meditazione. La forza trasformativa della Mindfulness deriva soprattutto dallo stimolo a introdurre nella propria vita degli elementi di consapevolezza che consentano di superare alcuni automatismi e sostituirli con scelte più sane e costruttive.

“Quando mangi, cammini o viaggi, sii dove sei; altrimenti, mancherai la maggior parte della tua vita”      

SATI - CONSAPEVOLEZZA

Cos'e' LA MINDFULNESS

PROGRAMMA MBSR

NEUROPLASTICITA''

le origini

BUDDHISTE


Si tratta di un percorso evolutivo fondato sulla pratica della meditazione di consapevolezza che consente di vivere il presente come un’opportunità di scoperta e di crescita, lasciando andare le aspettative e i timori su come le cose “potrebbero essere” in favore di un’esplorazione curiosa e gentile di come le cose stanno veramente, a partire dall’osservazione delle sensazioni corporee, delle emozioni e dei pensieri che, di momento in momento, attraversano la nostra esperienza. Non saper piu' distinguere tra cio' che ci fa bene e cio' che ci fa male crea le basi per l'insorgere dello stress e, a volte,  della malattia. Così come possiamo migliorare la nostra forma fisica attraverso esercizi regolari, possiamo anche sviluppare lo stato di Mindfulness con pratiche mentali intenzionali i cui effetti sono dimostrati da numerose ricerche scientifiche.

La meditazione di Mindfulness è una pratica antica e consiste in un ascolto attivo e profondo di sé finalizzato a prendere consapevolezza momento per momento dei propri stati interni (pensieri, sensazioni ed emozioni). La pratica meditativa è un processo di sviluppo di un nuovo rapporto con la propria esperienza e di modificazione dei condizionamenti disfunzionali appresi durante la propria storia di vita che costituiscono i nostri “ostacoli” nel rapporto con noi stessi e con gli altri. È un metodo di apprendimento trasformativo, ovvero un processo attraverso cui possiamo trasformare la nostra esperienza abituale per accedere a nuove possibilità, a diversi modi di agire, di vedere il mondo, di vivere le relazioni. Il potere “terapeutico” e liberatorio di questo stato di presenza mentale è sempre più al centro dell’interesse scien

YOGA

MEDITAZIONE

CONTATTI

HOME

MINDFULNESS

SANGHA

INDIA E SOLIDARIETA'